RADIATORE RUNTAL SPIRALE. L’idea alla base di questo radiatore di design è incredibilmente semplice, e proprio per questo colpisce: un unico tubo piegato a spirale crea un radiatore la cui forma dinamica e curva seduce e assicura un piacevole calore. Affascinante allo sguardo. Affascinante al tatto. Il designer Paul Priestman domina alla perfezione l’arte di tradurre il sobrio linguaggio formale di un disegno industriale puramente funzionale in un una nuova, emozionante dimensione. RUNTAL SPIRALE è stato insignito delpremio di design internazionale Millennium. RUNTAL SPIRALE. Calore concentrato al massimo.

Descrizione del prodotto

RUNTAL SPIRALE viene fissato verticalmente alla parete. Le generose distanze tra le curve della spirale consentono di appoggiarvi facilmente le salviette perché si asciughino. Il radiatore è adatto al funzionamento solo elettrico o al collegamento al riscaldamento centralizzato. RUNTAL SPIRALE è disponibile in versione cromata o verniciata a polvere nei colori bianco, metallica e matt black.

 

Dati tecnici

Bezeichnung: 

RSPIR
RSPIRE (solo elettrico)

Höhe: 
650/1250/1550/1850 mm
Breite: 
200 mm
Anschlüsse: 

Per il riscaldamento centralizzato ad acqua calda, 2 allacciamenti da 1⁄2" per mandata, ritorno e sfiat

Ventile: 
Vedere listino valvole
Farbe: 
Cromato/verniciato a polvere, disponibile in bianco (RAL 9016), metallica e matt black
Heizleistung: 
RSPIR 310/620/833/1047 Watt RSPIRE 200/400/500/600 Watt (solo elettrico)
Norm: 
CE

Paul Priestman (it)

Paul Priestman (it)

Paul Priestman, designer industriale, fondatore e direttore di Priestmangoode, agenzia di design di fama mondiale con sede a Londra. Da circa 25 anni con il suo lavoro crea nuovi standard nel campo del design dei trasporti, dell’ambiente e dei prodotti. Società di spicco come Airbus, Virgin Atlantic Airways, Accor Hotels o British Telecom si affidano alle soluzioni di design sofisticate e distintive di Priestmangoode. Paul Priestman è inoltre uno stimato docente e consulente ed è attivo in numerose organizzazioni. La sua esperienza gli è valsa la nomina a membro del Royal College of Art britannico.